lunedì 30 novembre 2009

un bacio sotto i fiori


quando si è lontano si può dare forse poco,

pochissimo.. lei è rimasta seduta piangendo

ciò che ha perso..

avrebbe voluto tanto salutarti lo so..

voglio però adesso salutarti per lei e per noi..

ehi zio ricordi l'ultimo castello che feci

per noi quando ero piccola..

o quando ti nascondevi sotto alle scale dove

insieme a tua figlia credevamo che c’era sempre il mostro nero..

quanti ricordi, quante lacrime e nessun saluto..

cavolo.. sei volato.. ad un posto ancora vietato per noi..

e il vuoto adesso

si riempirà solo di lacrime

e ricordi vecchi

su un album di foto..

6 commenti:

UIFPW08 ha detto...

Le fotografie servono a questo a ricordarci con qualche lacrima della vita. Ciao Vane.

nouvelles couleurs - vienna atelier ha detto...

leggendoti ho provato una forte emozione...
un bacio

Tomaso ha detto...

Si vane credimi mi fai emozionare, con le tue chiare e semplici poesie ma con un cuore che gli è rimasto pieno di dolci ricordi.
Le lacrime sono il segno delle gioie e dei dolori.
Un abbraccio forte forte.
Tomaso

Darjo ha detto...

... e brava la scrittrice che cade :)

frufrupina ha detto...

Sei davvero fantastica tesoro...brava!un bacione grande.

Il guard.del faro ha detto...

Un caro abbraccio, Vane...ti sono vicino.