lunedì 23 novembre 2009

l'amore della mia vita


E se io e te fermiamo un attimo quel orologio che non ci dice niente.. io non so.. ma sono legate a te, a volte posso vederti, giuro io ti vedo e ti tocco,e facciamo l’amore sfrenatamente e parliamo e stiamo insieme, è come se tu fossi una parte di me.. siamo collegati come due nervi al cervello.. non so che ruolo io abbia realmente, ma questo rapporto di buio e carezze date per scritto e incontri vietati mi piace, disse la donna prima di entrare al centro psichiatrico, le mani unite e lo sguardo verso il vuoto.. forse non era così matta come sembrava..

5 commenti:

Darjo ha detto...

posso dirti "scema" anche qui? :D

Vane ha detto...

ehiiiiiiiiiii.. c'è il mio scemo preferito che mi visita pure ui..
cmq lo so che mi vuoi bene ihihi^^

gianna ha detto...

ola vane...per favore ho fatto l altro blog in italiano....poi essere la mia seguitora.....grazzie

Apprendista Nocchiero ha detto...

"Bello" è una parola che sminuisce l'operato di taluni artisti...

mimita ha detto...

Vane, me impresionó la imágen que pusiste acompañando tan bello poema.
Me gustó mucho lo que escribiste, te felicito.
Gracias mil por pasar por mi blog.
Escribir en italiano era como una gimnasia para mí, pero lógicamente ya que hablás castellano, seguiré haciéndolo en nuestra lengua.
Quizá, de vez en cuando hago algunas lineas en italiano, siempre y cuando no te rías de cómo lo escribo.
Un beso, un bacio.