lunedì 23 novembre 2009

Lima è lontana, i suoi mari e i suoi venti caldi..


Una raggio di sole.. un paio di scarpe bianche.. un vecchio libro.. un impolverato quadro senza foto.. il signore porta suo figlio alla fermata.. il cane abbaia a quello della pattumiera.. un pullman si ferma.. un altro va verso Saronno.. dentro al tabaccaio sguardi di facce divorziate con la vita.. tutto questo alle 7:44 di mattina.. è presto per guardare la luna.

4 commenti:

gianna ha detto...

non sei tornata piu a Lima? baci

Vane ha detto...

No.. 4 anni senza poter tornare.

achab ha detto...

Molto bello questo scritto,si mi ripeto,ma devo dire che sei veramente brava,nella tua scrittura sai creare le giuste attese,e questo è molto bello.
Buona serata Vane.
Un bacio.

Apprendista Nocchiero ha detto...

Potrebbe anche essere presto per vederla svanire ;)