lunedì 2 novembre 2009

hoy no me siento tan lejos de ti..


A quest’ora le persone dormono da dove vengo io..
c’è silenzio dalle mie parti e sicuramente in quella via,
la mia, la notte sarà scura come il solito..
inizia a fare caldo e manca meno di due mesi
per finire la scuola..
le anime peruviane se ne stanno lì..
accanto a quegli strumenti di legno
che suonano mentre lui decide che fare..
sono passati ormai quattro anni..
ma io posso sentire che sono là..
è un po’ difficile, sarebbe più facile
se il vento fosse più caldo e se io fossi più al sud..
bei tempi quelli.. tempi lontani ora..
chissà se questa volta riuscirò a togliermi questa
ammarezza..
forse se urlo che sono
p e r u v i a n a
funziona..
f
o
r
s
e
!

3 commenti:

di-sperso ha detto...

urlare, urlarlo forte a te stessa per non dimenticharti.
Una volta chiesero ad un napoletano che viveva a Milano quale fosse la "cosa" più bella di quella città. Lui senza pensarci su un attimo rispose: "il treno per Napoli"

Vane ha detto...

non potrei MAI dimenticarlo.. sono orgogliosa di appartenere a quel paese.. e di che il mio cuore sia rosso e bianco..

UIFPW08 ha detto...

Ricordati di ricordare
la vita e sempre bella cosi come la vivi ogni giorno..un saluto sempre uguale..
Maurizio.