venerdì 27 febbraio 2015

Dopo una luuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuunga pausa...

Ciao ragazzi, eccomi qui ancora un'altra volta. Scusate per il tempo che sono stata assente.
Sono tornata a scrivere e un amico mi ha regalato una pagina web con i miei scritti vecchi e quelli che scriverò d'ora in poi. Se vi va passate a trovarmi sul sito www.cieloeinfierno.com oppure alla mia pagina di Facebook "Cielo e Infierno".
Grazie, a presto.
Baci!

mercoledì 26 giugno 2013

danza de luz

e appari così.. come se niente fosse..
e io rimango con il nudo in gola.. tante cose mai dette.. ma tu sei solo un punto in un grande mondo
di solitudine.. e io non posso fare a meno che andarmene a piedi nudi e scendere in inferno.. perché anche per conoscere il cielo.. devi prima bruciarti e commettere qualche peccato..

martedì 25 giugno 2013

pomeriggio caldo..

nada de nada.. sei lì.. fermo in un punto che non conosci..
e allora la sabbia sa di mare..


L’estate calla su di me con tanta forza.. siamo dentro ad una sfera di cristallo.. io danzo le mie linee e sono in attesa di risposte.. tu sei lì.. sempre fermo.. con lo sguardo perso in un libro che non finirai mai di leggere..

martedì 18 giugno 2013

e non sei nato.. e io ti ho visto.. quella stanza è stata nostra.. te e mia.. e tu eri.. eri così.. non so.. non ci sei.. ma io ti ho visto.. e il tuo posto sbagliato nel mio corpo mi concederà ancora un altro sogno..

giovedì 6 giugno 2013

un saludo..



E non riesci a salutare.. e dire addio.. e le parole si trasformano in lacrime che scendono lungo la tua guancia.. e il tuo viso diventa nero della tristezza.. e tu non ce la fai.. e il fango  hai dentro il cuore ti appartiene in modo ambiguo.. e tu sei  appunto del gran salto all’abisso.. e sei lì.. immersa nei tuoi pensieri e affoghi.. affoghi lentamente.. quasi fino a morire..

lunedì 3 giugno 2013

due

io ero la tua stella.. e ora siamo due strani
che passeggiano male per una strada ormai perduta..

venerdì 31 maggio 2013

sera..

scappo di me stessa per un attimo.. prego e in ginocchio mi mangio la polvere delle mie impronte
sono sola penso.. ora, in questo momento.. il mio essere per completo è solo.. e io entro nella tua pelle nel tuo corpo come nessuna ci è mai entrata prima..
faccio l’amore alla tua anima.. e ti accarezzo senza nemmeno toccare la tua pelle.. tu non mi senti.. ma io sono qui.. ora.. sotto a questo stesso cielo, tu non te ne accorgi ma io sono già entrata—e tu non riuscirai a togliere le mie impronte fatte di nulla.. invisibili.. perché sono appunto quelle più difficili da togliere..

giovedì 30 maggio 2013

una volta..

un giorno ero la stella di qualcuno.. pensai..
mentre versavo un po' di latte su un bicchiere..
e pensavo anche a quei giorni persi.. persi nel cammino..
dove ancora un bambino prega una moneta..
dove ancora una donna aspetta in chiesa il proprio esposo
e dove forse io, trattenendo il respiro.. dico ancora il tuo nome..