mercoledì 23 dicembre 2009

tu senti caldo... mentre io ho la neve, una sciarpa verde e un caffè caldo fra le mani

ho le mani congelate, faccio fatica a scrivere
e allora mi fermo un attimo..
e vedo per la finestra alberi coperti di neve,
è più in giù una signora tratta di far
entrare in casa il cane..
e più giù ancora vedo me in maniche
corte che mi preparo per il natale..
24 gradi lì.. e un viso naturale,
tutto dentro a un solo sguardo..

5 commenti:

skeggia di vento ha detto...

HAI CARPITO IL SENSO DI QUESTO MIO NATALE, STRANAMENTE BLOCCATO IN UN SORRISO D'ATMOSFERA...
BELLA POESIA

Tomaso ha detto...

bella poesia cara Vane, se fuori c'é il gelo conserviamo sempre il nostro cuore caldo.
Tomaso

achab ha detto...

Bello il tuo scritto.
Auguri di buon Natale Vane.
Un bacio.

Apprendista Nocchiero ha detto...

Aver caldo e Sentir caldo sono due concetti simili ma distinti e tu hai trovato un modo splendido per tracciare una linea fra di essi.

Calliope ha detto...

Sereno Natale cara Vane.