mercoledì 16 dicembre 2009

facciamo l'amore prima che il sole sorge


le pietre non possono parlare
e lei sente il bisogno di ascoltare una voce..
qualsiasi, la parola è solo un pezzo, un briciolo,
mentre il verso lo è tutto..
mentre lei fa l'amore in un letto che non è suo
e le candeline messe in fila segnalano il cammino verso l'inferno..
io cerco la maniera di entrare in una casa
fatta di sogni che potrebbe
crollare in qualche momento..

2 commenti:

achab ha detto...

bella poesia,direi come un viaggio verso l'ignoto,bella la parte sulle candeline,ottima la chiusa.
Buona serata Vane.

UIFPW08 ha detto...

Bravissima Vane, dolcissima.
Ciao.