venerdì 26 dicembre 2008

una piccola luce al sud mi chiama...

Sono una guerriera,
che tempo fa lasciai dietro la mia casa,
una vagabonda che con sangue trovai una nuova casa,
camminando di battaglia in battaglia,
perdendo amici affondata per la nostalgia e
guardo indietro e credo di trovare un leve bagliore,
so che lì, in quella luce, c’è il mio cuore che marca
il mio cammino..
ora che lontana è la luce del sud,
che lontana è la mia città,
che lontano volano i miei sogni e
che duro è guardare indietro,
piangendo senza spargere una lacrima…
e un giorno finirà questa inutile battaglia,
tornerò senza onore né medaglie,
non ci sarà nessuno che mi aspetti,
vedrò la luce che solo brilla nel mio
paese ancora con la lacrima senza
spargere morendo nella speranza di ritornare…

4 commenti:

Il guard.del faro ha detto...

Dei versi molto belli, toccanti, che vengono dal profondo del cuore, senza "mediazioni" o decorativismi e perciò sono lirica.
Modificando soltanto due o tre parole sarebbe un capolavoro.
Sinceramente.

Vane ha detto...

dici???^^... grazie!! ma secondo me esageri^^

Darjo ha detto...

in queste parole vedo un grande Amore per le tue origini...

UIFPW08 ha detto...

Vane a qualsiasi costo a qualsiasi ore in qualsiasi modo domani io ci sarò...
che la felicità sia sempre con te ovunque tu sia
sempre
da parte mia un piccolo semplice augurio per te lontana da me un bacio
auguri di cuore
Maurizio.