giovedì 29 luglio 2010

ricordare è vivere ancora.. e ancora..

senza lui.. in attesa del suo movimento..
in attesa del suo sorriso assente..
i passi si sentono lontano..
non ci sei.. non sei qui..
sei chissà dove..
in luogo dove io ho vietato l'entrata,
almeno per ora..

7 commenti:

mimita ha detto...

Querida niña, linda poesía, como siempre con ese dejo nostálgico.
Espero que algún día puedas transmitir un estado de inmensa alegría y felicidad.
Muchos besos
mimita

Ale ha detto...

Scrivi di getto vero?

Ale ha detto...

Ho scritto di getto..non sul getto :D
Molto simpatica l'interpretazione che hai dato :D Di getto vuol dire scrivere senza pensare tanto alle parole..riempire rapidamente il foglio di parole come l'acqua riempe una vasca..

C'è chi scrive poesie e sceglie accuratamente le parole (non dico che le tue non sono accurate eh ;)), impiegandoci molto più tempo..

da come scrivi, mi sembra che non stai tanto a pensare alle parole, se non te ne viene una cerchi subito un sinonimo e vai avanti..spero di essermi spiegato..:D

di-sperso ha detto...

e tienilo chiuso ancora per u pò, aspetta che passi il caldo.

onigiri girl ha detto...

...poichè non si vive davvero se non nel ricordo...

frufrupina ha detto...

Ciao tesoro...ma come stai??piccola....che succede?un malinconica...che hai?
Ti voglio bene...e non ti ho dimenticata....un abbraccio.

Anonimo ha detto...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu